CONCOREZZO COME LAS VEGAS ?

Foto-MatrimonioLasVegasLa notizia è di quelle che faranno discutere.

Con una recente delibera, l’Amministrazione di Concorezzo ha istituito una sede distaccata dell’Ufficio di Stato Civile presso…. l’Agriturismo la Camilla.

Con questa scelta, legittima ma a nostro avviso discutibile, si da il via libera alla celebrazione di matrimoni civili presso l’agriturismo, che diventa a tutti gli effetti una ‘dependance’ del municipio.

Chi si sposa civilmente potrà decidere se celebrare le nozze presso il municipio o presso la Camilla.

Nelle scorse settimane infatti la giunta aveva approvato un bando per “per la concessione in comodato gratuito al Comune di immobili storici, di pregio o valore naturalistrico per la celebrazione di matrimoni civili”. Bando che aveva destato non poca sorpresa. Pochi giorni dopo, l’agriturismo concorezzese ha presentato formale richiesta; recepita dall’amministrazione che ha preparato ed approvato la delibera che istituisce la sede distaccata (scaricabile QUI).

La scelta di creare una sede dell’Ufficio di Stato Civile al di furi di immobili comunali non ci piace.

Vediamo in questa decisione uno svilimento di un atto istituzionale importante come quello del matrimonio. Atto che, secondo il Codice Civile, deve essere celebrato “pubblicamente nella casa comunale” (Art.106):  istituire la “casa comunale” presso un esercizio commerciale ci sembra un modo discutibile di rispettare la norma.

E uno svilimento dell’istituzione-Comune che, a fronte di un introito di 400 euro (questa la tariffa da pagare al Comune per sposarsi fuori dal municipio) ci pare svenda un pezzo della propria istituzionalità.

 

 

Invia il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>