FRETTE – NON ACCOLTE LE PROPOSTE DI VIVI CONCOREZZO

Area-frette-5Nulla da fare: la Giunta ha bocciato le osservazioni presentate da ViviConcorezzo al progetto immobiliare per l’Area Frette.

Vivi Concorezzo aveva chiesto di mantenere le alberature esistenti, di confermare la creazione del parco lineare e della ciclabile previsti nel progetto del 2012, di prevedere una cessione gratuita ed immediata a favore del Comune degli edifici storici (nella foto accanto – anche questa prevista nel progetto del 2012). Ed infine una gestione piu trasparente degli appartamenti in edilizia convenzionata, ed un ridimensionamento delle volumetrie residue.   Ma la Giunta ha detto no.

La bocciatura delle nostre proposte non è una sorpresa. E’ piuttosto l’ennesima conferma che l’Amministrazione, che dovrebbe dettare le regole in ambito urbanistico, nel caso Frette non voglia o non possa opporsi alle volontà della proprietà. La quale, forte anche dell’anticipo di 1 milione di euro già versato nel 2010, ha gioco facile nell’imporre le proprie condizioni alla Giunta. 

Dunque nessuna modifica.Il progetto purtroppo andrà avanti cosi come è.  

Una sola osservazione di Vivi Concorezzo è stata accoltaQuella con cui abbiamo evidenziato l’illegittimità dello scomputo degli oneri di urbanizzazione secondaria, che la Giunta aveva concesso al costruttore.

Grazie alla nostra segnalazione, il costruttore dovrà ora versare al Comune circa 280.000 euro, come previsto dalle normative. Vedi in questo ARTICOLO tutti i dettagli.

 

ALLEGATI:

QUI trovi le 7 osservazioni protocollate da Vivi Concorezzo.

QUI trovi le risposte dell’Ammninistrazione alle osservazioni presentate da Vivi Concorezzo (dalla 3/A alla 3/G) e alle due presentate da Coop S.Giuseppe e da un cittadino.

 

Invia il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>